Vivi Torino

Vivi Torino

Eventi

Mostre Il Museo Egizio festeggia il patrono di Torino con l’ingresso gratuito

Il Museo Egizio festeggia il patrono di Torino con l’ingresso gratuito

Giovedì 24 giugno, festa di San Giovanni, il museo rimarrà aperto dalle ore 9 alle ore 21


In occasione della festa di San Giovanni il patrono di Torino il Museo Egizio sarà aperto con ingresso gratuito e apertura straordinaria dalle ore 9 alle ore 21. Un’occasione speciale per scoprire la vasta collezione del Museo nonch le mostre temporanee Nel laboratorio dello studioso incentrata sulla ricerca e dedicata in particolare alla statua sonora di Hel e Liberi di imparare 2 la nuova esposizione di copie dei reperti del Museo Egizio realizzate nel carcere di Torino e Archeologia Invisibile. La giornata di gratuità sarà inoltre l’occasione per il pubblico per visitare il nuovo spazio espositivo permanente del Museo le sale Alla ricerca della vita che saranno aperte a partire dalle ore 13. Per l’ingresso al Museo è richiesta la prenotazione online. Francesca Annicchiarico

 dal: 16 giu, 2021 al: 25 giu, 2021
Mostre Il primo viaggio virtuale in Piemonte tra Van Gogh e Monet

Il primo viaggio virtuale in Piemonte tra Van Gogh e Monet

Il Museo del Territorio Biellese ospita la mostra dal 5 giugno al 5 dicembre 2021


Dal 5 giugno al 5 dicembre 2021 il Museo del Territorio Biellese ospita la mostra Arte Virtuale Van Gogh Monet Experience . Un incredibile viaggio virtuale nel tempo alla scoperta di Van Gogh e Monet attraverso la tecnologia VR il visitatore sarà immerso a 360 gradi nei paesaggi nei colori e nelle atmosfere di Arles e Giverny come se stesse vivendo all’interno del quadro. La mostra prodotta e distribuita a livello internazionale da Next Exhibition srl è realizzata in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e con il Patrocinio della Città di Biella. L’esperienza per la prima volta in Piemonte è totalizzante: il visitatore viene preso per mano e guidato in un percorso culturale tra reale e virtuale alla ricerca di emozioni nuove e delicate aprendo la mente verso sensazioni mai provate prima: colori impressioni sentimenti. L’accesso alla mostra rispetterà tutte le normative vigenti per il regolamento anti Covid19 per l’assoluta tutela dei visitatori e sarà aperta nei seguenti orari: giovedì 10 14 venerdì 14 18 sabato e domenica 10 18. Francesca Annicchiarico

 dal: 1 giu, 2021 al: 6 dic, 2021
Mostre The Phair inaugura a Torino la nuova stagione dell’arte contemporanea

The Phair inaugura a Torino la nuova stagione dell’arte contemporanea

La mostra prevista dal 18 al 20 giugno negli spazi di Palazzo Nervi. E sarà una ripartenza


La stagione dell’arte contemporanea? Quest’anno a Torino si aprirà dal 18 al 20 giugno con il ritorno di The Phair la rassegna internazionale dedicata alla fotografia allestita nel Padiglione Nervi di Torino Esposizioni e farà da capofila a una settimana in cui verranno messe in rete tutte le iniziative cittadine programmate da musei gallerie fondazioni spazi pubblici e privati legate all’immagine Le opere di artisti molto noti come Luigi Ghirri Letizia Battaglia Paolo Pellegrin Marinella Senatore Marcel Duchamp riapriranno la stagione delle fiere d arte contemporanea e saranno fruibili finalmente dal vivo a The Phair la rassegna dedicata alla fotografia e all immagine che si terrà dal 18 al 20 giugno prossimi preview 17 giugno nello spazio aulico del Padiglione 3 progettato da Pier Luigi Nervi a Torino Esposizioni. Una location emblematica che contribuisce a fare di questo evento un inno all italianità che incontra il mondo. Sotto le volte ardite di questo spettacolare padiglione di 4 mila metri quadrati già sede di appuntamenti di valore mondiale come il Salone Internazionale dell Automobile e le Olimpiadi invernali del 2006 saranno ospitate 40 importanti gallerie d arte contemporanea italiane che lavorano nel nostro paese o all estero. Vi sarà esposta la ricerca artistica di artisti come Walter Niedermayr Alberto Garutti Cesare Leonardi Nils Udo Daniele de Lonti. The Phair dice Roberto Casiraghi ideatore con Paola Rampini della fiera è un punto di ripartenza per un settore che ha molto sofferto. La manifestazione dedicata non solo ai fotografi ma anche e soprattutto agli artisti che si esprimono utilizzando il mezzo fotografico presenterà a un pubblico nazionale e internazionale la progettualità e la forza delle gallerie italiane. Torino si vestirà di un nuovo abito tutto a colori: musei gallerie fondazioni spazi pubblici e privati faranno vivere la città di una nuova e più brillante luce. L arte contemporanea come tutto il Paese ha bisogno di ripartire e dobbiamo farlo insieme ciascuno con il proprio ruolo . The Phair è un neologismo che è un manifesto sintesi di Photography e Fair un appuntamento annuale dedicato alla fotografia e all immagine pensato come evento concettuale prima che tecnico e descrittivo del reale.

 dal: 28 mag, 2021 al: 21 giu, 2021
Mostre Il Colosseo riapre il suo foyer e la sala per Street art in Blu3

Il Colosseo riapre il suo foyer e la sala per Street art in Blu3

In attesa della prossima stagione di spettacoli e concerti, dal 2 giugno al 26 settembre la mostra contemporanea


Dopo sedici mesi di chiusura il Teatro Colosseo riapre le sue porte in attesa di poter annunciare la prossima stagione di spettacoli e concerti grazie alla passione di Claudia e Andrea Spoto e alla collaborazione con il collettivo di collezionisti Xora. Dal 2 giugno con l’inaugurazione fino al 26 settembre gli spazi del Teatro Colosseo torneranno a ospitare come nel 2019 una grande mostra dedicata alla street art. Street art in Blu3 è una grande esposizione dedicata alla più contemporanea trasversale e contaminata fra le arti. Quasi 150 opere di 36 artisti esposte negli spazi eterodossi del teatro che accoglie l’arte nei corridoi sul palcoscenico nel foyer in un vero e proprio allestimento fra luci e musica in un percorso di assonanze e rimandi fra esterno e interno luci e ombre passato e presente. Originali print serigrafie copertine di LP che hanno fatto la storia della musica e dell’arte insegne stradali e persino una banconota: opere diverse e diversi materiali per raccontare un mondo fatto di rimandi influenze percorsi di senso. Claudia Spoto direttrice dichiara: Teatro aperto teatro di tutte le forme d’arte. L’esperienza della prima edizione della mostra sulla street art ha lasciato un segno profondo nel modo in cui vediamo il nostro teatro. La chiusura forzata di questi mesi ha reso ancora più necessaria e urgente la trasformazione del Colosseo in uno spazio a disposizione delle esperienze artistiche più diverse. La passione per la street art ci ha portato a immaginare la nostra sala come spazio espositivo: con STREET ART IN BLU3 vogliamo ritrovare quella magia con nuove opere e nuovi allestimenti Francesca Annicchiarico

 dal: 27 mag, 2021 al: 27 set, 2021
Mostre Ermanno Tedeschi presenterà “TOROROT. Visioni oniriche sulla figura architettonica”

Ermanno Tedeschi presenterà “TOROROT. Visioni oniriche sulla figura architettonica”

La mostra vuole essere un omaggio al toro, simbolo della città di Torino e un omaggio al sognatore e poeta Gioacchino Alvente


Al Teatro Paesana di via Bligny 2 a Torino giovedì 27 maggio dalle ore 18 alle ore 21 Ermanno Tedeschi curatore e critico d’arte presenterà la mostra TOROROT. Visioni oniriche sulla figura architettonica di Gioacchino Alvente. Ermanno Tedeschi racconta: La mostra nasce come omaggio alla figura di Gioacchino Alvente noto architetto e raffinato disegnatore. Il suo sogno e il suo massimo desiderio sono sempre stati quelli di unire la figura dell’artista a quella dell architetto. Gioacchino è un sognatore un poeta con una visione speciale e molto aperta dotato di una straordinaria sensibilità che lo porta a esaminare ogni cosa con attenzione e curiosità e aggiunge Gioacchino Alvente ha intrapreso un suo personalissimo tributo alla città di Torino dove ha deciso di studiare e trascorrere la propria vita e ha iniziato a rappresentare tori in mille modi citando artisti come Picasso e Modigliani o presentando una sua personalissima visione onirica. Spesso anche questi tori si nascondono tra elementi architettonici come per esempio scale che non si sa dove vadano a finire ma che creano un equilibrio perfetto della composizione con un gioco unico di colori . In questa mostra le sue tematiche tori e architettura si inseriscono perfettamente nelle due sale espositive dove i disegni incorniciati e dialoganti tra di loro raccontano la loro storia e la loro genesi perch ogni schizzo rappresenta il ricordo di un progetto sia che sia stato realizzato sia che sia rimasto solo un sogno. La mostra sarà visibile su prenotazione fino al 20 giugno dal martedì al sabato dalle 16 alle 20. Francesca Annicchiarico

 dal: 26 mag, 2021 al: 21 giu, 2021
Mostre “Binidittu” di Nicola Lo Calzo in mostra a Camera, Centro Italiano per la Fotografia

“Binidittu” di Nicola Lo Calzo in mostra a Camera, Centro Italiano per la Fotografia

La prima esposizione del ciclo “Passengers. Racconti dal mondo nuovo” focalizzata su artisti appartenenti alla “Generazione Y”


Camera il Centro Italiano per la Fotografia annuncia la prossima mostra in Project Room di Nicola Lo Calzo Binidittu dal 27 maggio al 18 luglio. Il progetto inedito dell’artista Nicola Lo Calzo che attraverso il racconto della storia e dell’eredità culturale di San Benedetto il Moro prende in esame i rapporti fra la storia del colonialismo e l’identità culturale contemporanea. San Benedetto detto Binidittu non solo è stato eletto a protettore sia degli afro discendenti in America Latina sia dei Palermitani ma è diventato anche icona di riscatto ed emancipazione a livello mondiale. La mostra curata da Giangavino Pazzola si articola in un percorso espositivo suddiviso in quattro capitoli e attraverso una trentina di immagini di medio e grande formato ripercorre le tappe principali della biografia di Binidittu. Le fotografie di Lo Calzo vengono accompagnate da un’installazione che include materiali e documentazione di archivio relativa al processo di costruzione del progetto. Gli orari di apertura saranno dalle 11 alle 19.30 orario nel quale ci sarà l’incontro con gli artisti Nicola Lo Calzo Igiaba Scego Giangavino Pazzola. L’esposizione inaugura il ciclo di mostre Passengers. Racconti dal mondo nuovo un progetto ideato da Camera con lo scopo di realizzare una ricognizione pluriennale focalizzata su artisti appartenenti alla cosiddetta Generazione Y i cosiddetti millennials nati fra i primi anni Ottanta e metà anni Novanta. Francesca Annicchiarico

 dal: 26 mag, 2021 al: 20 lug, 2021
Mostre Allestimenti, scenografie e intrattenimenti al Castello di Pralormo fino a fine ottobre

Allestimenti, scenografie e intrattenimenti al Castello di Pralormo fino a fine ottobre

Tutte le domeniche dalle 10 alle 18 sarà possibile visitare anche la serra e il parco con graditi omaggi


Il Castello di Pralormo riapre tutte le domeniche dalle 10 alle 18 fino alla fine di ottobre e ospita allestimenti e scenografie particolari per grandi e piccini. La visita all’interno del Castello è guidata e si propone di illustrare ai visitatori alcuni dei principali ambienti mostrando loro come si svolgeva la vita delle persone che vi lavoravano e vi abitavano nel periodo tra la metà del XIX e l’inizio del XX secolo. Il parco mostra diversi allestimenti tra i quali: Gli alberi raccontano in cui si possono leggere riflessioni e pensieri sui nostri amici alberi L’angolo dei Gairdinieri con cesti di svariate forme e dimensioni e gli attrezzi per la cura dell’orto e del giardino. La passeggiata si snoda alla scoperta del laghetto delle rane del rosmarino gigante di piante di limoni e sinuosi sentieri da cui si godono straordinari scorci sulle catene montuose circostanti con un panorama mozzafiato dal Monviso al Monte Rosa. Nell’antica serra francese regna indisturbata Madamigella Orchidea’’ e da maggio ospita l’esposizione di una serie di acquerelli dell’artista e scrittrice cinese Kwong Kuen Shan tratti dal suo libro ’Il gatto e l’orchidea’’. Inoltre a tutti i visitatori verranno regalati dei bulbi di tulipano fino a esaurimento scorte. Francesca Annicchiarico

 dal: 25 mag, 2021 al: 30 ott, 2021
Mostre Le “Finestre sull’altrove”, Matteo Pericoli racconta il dramma dei rifugiati

Le “Finestre sull’altrove”, Matteo Pericoli racconta il dramma dei rifugiati

La mostra organizzata da Amnesty International si inaugura il 26 maggio alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo


Finestre sull’altrove. 60 vedute per 60 rifugiati è il tutolo della mostra che si inaugura il 26 maggio alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo nell’area bookshop e che rappresenta il frutto di un un progetto di Art For Amnesty a sostegno di Amnesty International Italia in occasione del 60esimo anniversario dalla fondazione di Amnesty International. Un’occasione per amalgamare drammi sociali con l’arte attraverso lo sguardo sempre attento e avanti della Sandretto La mostra raccoglie i 60 disegni originali che l’architetto e disegnatore Matteo Pericoli ha realizzato partendo dalla fotografia di una delle finestre delle attuali abitazioni di rifugiati e rifugiate in varie parti del mondo. Ciascuna finestra è accompagnata da un testo scritto dal rifugiato: un modo per raccontare quello che lui o lei vede oggi guardando fuori e ripensando alle viste e alle finestre che si è lasciato alle spalle. Le pareti dell area bookshop diventeranno quelle di una stanza ideale un luogo unico nel quale condividere e immedesimarsi negli sguardi di chi vede il nostro mondo con occhi colmi di storie. Nell’accogliere questo progetto la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo abbraccia l’idea della finestra come metafora universale di contatto e condivisione e si impegna a comunicare con chiarezza e forza questo messaggio fatto di immagini e parole. Per farlo una parte dei disegni sarà reso fruibile durante la mostra anche grazie a tavole tattili e al Qrcode che ne contiene l’audiodescrizione. Finestre sull’altrove. 60 vedute per 60 rifugiati è anche un libro edito dalla casa editrice Il Saggiatore e un cofanetto a tiratura limitata prodotto dal Gruppo Lavazza con disegni firmati dall’autore. Il 26 maggio alle 18.30 si potrà assistere in diretta streaming sulla pagina Facebook della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo alla presentazione del progetto con gli interventi di Matteo Pericoli Bill Shipsey Fondatore di Art for Amnesty ed Emanuele Russo Presidente di Amnesty International Italia. Amnesty International Italia ha abbracciato con entusiasmo e riconoscenza questo progetto che racchiude in una rappresentazione artistica e narrativa i fatti e le storie dei rifugiati e delle rifugiate al centro delle nostre azioni. Queste Finestre restituiscono dignità alle persone che sono dietro a ogni numero che diffondiamo. Lo fanno utilizzando la bellezza delle parole e delle immagini Emanuele Russo Presidente Amnesty International Italia .

 dal: 25 mag, 2021 al: 1 set, 2021
Mostre Al Museo Nazionale del Cinema di Torino la prima sala cinematografica italiana permanente completamente dedicata al VR

Al Museo Nazionale del Cinema di Torino la prima sala cinematografica italiana permanente completamente dedicata al VR

La nuova area con la realtà virtuale in collaborazione con Rai Cinema, dal 19 maggio, accoglierà fino a 200 visitatori al giorno


L’apertura del Museo del Cinema il 19 maggio porterà un’importante novità: CineVR la nuova area dedicata alla realtà virtuale realizzata in collaborazione con Rai Cinema con l’obiettivo di rafforzare la divulgazione della cultura digitale l’innovazione e le nuove tecnologie legate al cinema. Enzo Ghigo presidente del Museo Nazionale del Cinema di Torino sottolinea: In un mondo in continuo cambiamento velocizzato in maniera esponenziale della pandemia il cinema non ha subito una battuta d’arresto le produzioni si sono intensificate andando a sperimentare nuove tecniche e percorsi non battuti. Il Museo Nazionale del Cinema deve essere al passo con i tempi intraprendendo un percorso che lo vedrà approcciare nuovi linguaggi. Il nostro è un museo che si rinnova e innova grazie alla tecnologia VR che diventa parte integrante dell’allestimento proponendo contenuti per tutte le età . CineVR è la prima sala cinematografica italiana permanente completamente dedicata al VR con una programmazione giornaliera continuativa di otto ore che propone film ideati e concepiti con questa tecnica. Una sala che accoglierà fino a 200 visitatori al giorno e che permetterà la visione gratuita inclusa nel prezzo di accesso al Museo di esperienze audiovisive immersive lineari e interattive grazie a 6 visori di ultima generazione in particolare i modelli Pico G2 4k e in un secondo tempo Oculus Quest 2 e HTC Vive. Ogni mese verranno presentate nuove proiezioni collettive con visori VR sulle 40 chaise longue dell’Aula del Tempio sarà possibile assistere solo ed esclusivamente su prenotazione alla preview dei film che dal giorno dopo saranno caricati sui visori delle due salette. Per la programmazione si consiglia di far riferimento al sito del museo www.museocinema.it Francesca Annicchiarico

 dal: 18 mag, 2021 al: 18 ott, 2021
Mostre

"Peter Lindbergh: Untold Stories”, l’arte come normalità sociale a Paratissima

La mostra sarà visibile dal 13 maggio al 13 agosto, per omaggiare il maestro fotografo in collaborazione con il Kunstpalast di Düsseldorf e la Peter Lindbergh Foundation di Parigi


L’arte contribuisce a ricreare e ad arricchire una normalità sociale questo è il segnale importante della riapertura in questo caso di Paratissima. La mostra Peter Lindbergh: Untold Stories visibile dal 13 maggio al 13 agosto 2021in via Verdi 5 a Torino è un autoritratto e un omaggio al maestro fotografo perchè è un progetto voluto e curato da lui in prima persona e che debutta e apre purtroppo non in sua presenza è anche il frutto di una grande collaborazione con il Kunstpalast di D sseldorf e la Peter Lindbergh Foundation di Parigi e inaugura un ciclo di mostre internazionali che porteranno a Torino con Paratissima grandi figure dell’arte che hanno sempre saputo mescolare ambiti e linguaggi artistici. Benjamin Lindbergh Presidente Peter Lindbergh Foundation Parigi commenta così la mostra: Sono davvero emozionato è la prima volta dopo l’esposizione al Kunstpalast di D sseldorf nel febbraio 2020. Come figlio e come direttore del suo studio ho avuto la fortuna di assistere al processo creativo e curatoriale di questa mostra. Peter ha lavorato giorno e notte gli ultimi due anni della sua vita sulla selezione delle immagini e su come assemblarle in nuove narrazioni. E’ stato affascinante vederlo fare e disfare senza sosta. Peter è presente in ogni aspetto di questa mostra. Per la mostra Peter Lindbergh: Untold Stories Paratissima ha scelto di sostenere un partner storico con cui sono state realizzate già altre lodevoli iniziative. Si tratta della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro. Laura Milani Presidente di Paratissima sottolinea: Aprire la nuova era di Paratissima con questa mostra equivale a una dichiarazione di impegno per il futuro. Un impegno che sposa la qualità artistica in tutte le sue forme e che porterà a Torino e nelle città in cui Paratissima opererà grandi protagonisti del nostro tempo a sostegno degli artisti emergenti del talento. Scegliere la mostra di Peter la sua mostra curatoriale in tutto e per tutto è stato naturale: un incontro un progetto sospeso e grandi sogni. Abbiamo lavorato perch il risultato fosse degno della grandezza di questo straordinario artista del nostro tempo. Grazie a tutti coloro che lo hanno reso possibile. Il 18 maggio ci sarà l’inaugurazione di Paratissima bloccata da più di un anno per la pandemia e inoltre si darà il via al progetto più1europerlaricerca tramite il quale tutte le grandi mostre sosterranno la ricerca attraverso il contributo di 1 euro per ogni biglietto acquistato. Francesca Annicchiarico

 dal: 13 mag, 2021 al: 13 ago, 2021