Vivi Torino

Vivi Torino

Eventi

Spettacoli Torinodanza al gran finale con “The Goldberg Variations, Bwv 988”

Torinodanza al gran finale con “The Goldberg Variations, Bwv 988”

La celebre artista fiamminga Anne Teresa De Keersmaeker in scena alle Fonderie Limone di Moncalieri


Torinodanza giunge al termine con lo spettacolo da gran finale The Goldberg Variations Bwv 988 di Anne Teresa De Keersmaeker in programma giovedì 28 e venerdì 29 ottobre alle 20 45 alle Fonderie Limone di Moncalieri. Dopo l’esperienza maturata nel 2017 con Mitten wir im Leben sind Bach6Cellosuiten e nel 2018 con i Sei Concerti Brandeburghesi la celebre artista fiamminga prosegue il suo viaggio nelle architetture sonore di Johann Sebastian Bach con questo nuovo solo ideato in occasione del suo 60 compleanno. L’infinito gioco di variazioni canoni e fughe su un tema che costituiscono le trenta Variazioni Goldberg BWV 988 dell’ultimo Bach eseguite dal vivo dal giovane pianista russo Pavel Kolesnikov viene indagato attraverso la personale tensione motrice che percorre tutta l’opera di De Keersmaeker. Una forma di danza in bilico fra l’astrazione di una scrittura fuori dal tempo e la sua incarnazione necessariamente effimera capace di adattarsi pur mantenendo un nucleo immutabile nel rispetto del rigoroso equilibrio contrappuntistico del grande compositore tedesco.

 dal: 26 ott, 2021 al: 11 dic, 2021
Spettacoli Ancora tempo di grandi classici: al Gobetti di Torino c'è il “Tartufo

Ancora tempo di grandi classici: al Gobetti di Torino c'è il “Tartufo"

Vanessa Gravina e Giuseppe Cederna in scena da martedì 26 diretti da Roberto Valerio


Il teatro continua il suo percorso di rinascita a suon di grandi classici. Martedì 26 ottobre debutta al Teatro Gobetti di Torino in cartellone per lo Stabile il Tartufo di Molière nella rivisitazione del regista Roberto Valerio. In scena due volti due certezze: Vanessa Gravina star di Il Paradiso delle signore e Giuseppe Cederna. Fedele alla traduzione di Cesare Garboli Valerio esplora la modernità del personaggio ambiguo di Tartufo prototipo della ruffianeria e dello zelo religioso per convenienza ma anche smascheratore indiretto del materialismo più bieco che avvelena la società odierna. Celando i suoi appetiti sessuali dietro una parvenza di santità e il suo arrivismo senza scrupoli in un mistico disprezzo dei beni terreni l’astuto impostore turba la quotidianità di una casa borghese per raggirare il capofamiglia Orgone. La moglie Elmira con la sua apparente sottomissione sarà l’unica in grado di scoprire le sue vere intenzioni.

 dal: 23 ott, 2021 al: 11 dic, 2021
Spettacoli Enrico Brignano riapre il Teatro Alfieri con “Un’ora sola vi vorrei”

Enrico Brignano riapre il Teatro Alfieri con “Un’ora sola vi vorrei”

Dal 28 al 31 ottobre il one man show che inaugura la stagione del “Fiore all’occhiello”


Sarà l’esilarante one man show Un’ora sola vi vorrei di Enrico Brignano a riaprire dal 28 al 31 ottobre il sipario del Teatro Alfieri sul suo cartellone più gettonato e pop Il fiore all’occhiello . Con Un’ora sola vi vorrei Enrico Brignano torna sulle scene con uno spettacolo che sfida e rincorre il tempo. A spasso nel suo passato tra ricordi e nuove proposte che rappresentano un ponte gettato sul futuro Enrico Brignano passeggia sulla linea tratteggiata del nostro presente saltella tra i minuti prova a racchiudere il fiume di parole che ha in serbo per il suo pubblico e a concentrare il più possibile in un’ora e mezza di spettacolo. I biglietti per gli show di Enrico Brignano sono disponibili su vivoconcerti.com.

 dal: 23 ott, 2021 al: 2 nov, 2021
Spettacoli Elio Germano torna al Concordia di Venaria e stavolta fa Dante

Elio Germano torna al Concordia di Venaria e stavolta fa Dante

Lo spettacolo “Paradiso XXXIII” in programma il 29 e 30 ottobre. Sul palco anche The Teardo


Elio Germano torna in Piemonte dopo la fortunata esperienza del progetto Segnale d’allarme La mia battaglia in VR sviluppato in pieno lockdown per portare nelle case dei piemontesi lo spettacolo in realtà virtuale. Grazie a Piemonte dal Vivo il nuovo spettacolo Paradiso XXXIII con Elio Germano e Teho Teardo arriva in prima regionale in Piemonte a Venaria il 29 e 30 ottobre dopo le date in Emilia Romagna e Toscana per poi concludere la tourn e al Teatro Franco Parenti di Milano. Lo spettacolo è una nuova produzione firmata da Infinito Produzioni con Ravenna Festival Fondazione Teatro della Toscana Teatro Franco Parenti Teatro Abbado di Ferrara Teatro Galli di Rimini e vedrà il debutto in prima nazionale l’11 ottobre proprio al Ravenna Festival. Dante Alighieri nel XXXIII canto del Paradiso si trova nell impaccio dell essere umano che prova a descrivere l immenso l indicibile prova a raccontare l irraccontabile. Questo scarto rispetto alla somma meraviglia sarà messo in scena creando un’esperienza unica quasi fisica per lo spettatore al cospetto dell’immensità. Elio Germano e Teho Teardo sono la voce e la musica per raccontare la bellezza e avvicinarsi al mistero mostrando quello che non si potrà mai descrivere logicamente. Il XXXIII canto verrà attraversato parola per parola accompagnato dalla musica dal vivo con strumenti di tutte le epoche e giochi sonori.

 dal: 21 ott, 2021 al: 11 dic, 2021
Spettacoli San Mauro: quelle “Lettere d'amore” tra Barbara De Rossi e Enzo Decaro

San Mauro: quelle “Lettere d'amore” tra Barbara De Rossi e Enzo Decaro

Il classico americano inaugura venerdì 22 e sabato 23 ottobre la stagione del Teatro Gobetti


Saranno i bei volti popolari di Barbara De Rossi e Enzo Decaro a inaugurare venerdì 22 e sabato 23 ottobre la stagione di ECLETTICA. La Nuova Stagione del Cinema Teatro Gobetti di San Mauro Torinese. Il testo è stato rappresentato per la prima volta in America nel 1988 con l’autore stesso nei panni del protagonista maschile. Due anni dopo l’opera è candidata al Pulitzer e da allora moltissimi grandi nomi del cinema e del teatro continuano a confrontarsi con i personaggi di questo famoso racconto epistolare. Lettere d’amore è una delicata e spiritosa partitura per anime sole. Andy e Clarissa si conoscono da bambini a scuola e fanno subito amicizia. Andy è attratto da Clarissa ma non riesce ad esternare i suoi sentimenti anche perch la giovane amica riesce a smorzare ogni possibile avance a colpi di stilettate caustiche. Per circa cinquant’anni si frequentano si incontrano si desiderano ma soprattutto si scambiano bigliettini cartoline e lettere che ci raccontano molto di loro e del mondo che intorno a loro cambia velocemente.

 dal: 20 ott, 2021 al: 11 dic, 2021
Spettacoli “Amarsiamorsi” al Q77, quando il teatro vuole fare riflettere

“Amarsiamorsi” al Q77, quando il teatro vuole fare riflettere

Da venerdì 22 ottobre il festival “Non RASSEGNAmoci - Pathos: dall'individuo all'assoluto”


Venerdì 22 ottobre alle ore 21 presso il Teatro Q77 di Torino per la prima edizione di Non RASSEGNAmoci Pathos: dall individuo all assoluto sul palco lo spettacolo Amarsiamorsi della Compagnia Biloura Collective che ha già ricevuto uno Special Mention Award for a Performance by International Artist al Bangkok Theatre Festival del 2018. Regia di Silvia Ribero e Angie Rottensteiner aiuto regia di Vita Malahova musiche di Angie Rottensteiner partiture fisiche di Silvia Ribero costumi e scenografie di Francesco Balbusso Tina Polimeni Silvia Ribero e luci di Oscar Rositani. Amarsiamorsi è uno spettacolo che riflette sulle attuali migrazioni in Europa sull’amore tra due donne sulla difficoltà di affrontare la perdita. Uno spettacolo di paesaggi evocati dal canto di storie narrate attraverso dialoghi gestuali di messaggi portati dalle immagini. Uno spettacolo dai linguaggi misti ibridati che tocca diversi generi oltrepassandoli: teatro danza teatro musicale teatro visivo e teatro d attore. Ingresso 12 ridotto 10 . Per chi fosse interessato possibilità di cenare con la formula apricena a 8 euro. Servizi bar disponibile in sala. Info e prenotazioni: info@qsettantasette.com Tel. 335 8366084.

 dal: 19 ott, 2021 al: 11 dic, 2021
Spettacoli Al Café Müller in anteprima un monologo ispirato alla vita di Chelsea Manning

Al Café Müller in anteprima un monologo ispirato alla vita di Chelsea Manning

L’attrice Francesca Brizzolara di Tecnologia Filosofica lo porterà in scena il 23 ottobre alle ore 21


La vita di Chelsea Manning ha riempito per anni le pagine di cronaca non solo negli Stati Uniti e ora è diventata un monologo teatrale Antigone_WEB. E così tu sei Manning! Studio che l attrice Francesca Brizzolara porterà in anteprima sul palco del Caf M ller in via Sacchi 18 d sabato 23 ottobre alle 21. Chelsea Manning ha scontato sette anni di carcere negli Stati Uniti per aver passato informazioni riservate a Wikileaks: è colei che ha dato la fama a Julian Assange con la più grande fuga di notizie segrete mai verificatasi negli Stati Uniti. In prigione ha deciso di cambiare sesso e da quando è uscita sta portando avanti la sua lotta per la libertà di informazione e per la trasparenza dei governi. Il monologo Antigone _WEB. E così tu sei Manning! Studio interpretato da Francesca Brizzolara di Tecnologia Filosofica è un tributo al coraggio e alla forza di un personaggio eccezionale un viaggio attraverso la sua vita. Sarà portato in scena il 23 ottobre alle ore 21 presso il teatro Caf M ller di Torino nell’ambito della stagione teatrale 2021 22. I biglietti per lo spettacolo sono acquistabili su Vivaticket al link: https: www.vivaticket.com it biglietto antigone web 166260 E così tu sei Manning! è un primo studio realizzato nell’ambito dello spettacolo Antigone_WEB progetto vincitore del Bando Wiki Teatro Libero indetto da Wikimedia Italia a fine 2020. Tutti conoscono Assange e la sua storia ma pochi sanno che la sua notorietà è dovuta all’opera di Chelsea Manning spiega l’attrice . L’idea dello spettacolo è nata dal bando indetto da Wiki Teatro Libero che proponeva di portare in scena testi brevi su personaggi contemporanei che avessero come focus il tema dell’accesso libero alla conoscenza estensione del concetto informativo di Open Source. Nella storia di Manning si intrecciano la lotta sull’identità di genere con quella per il diritto all’informazione temi mai tanto attuali: oggi a seguito della pandemia globale non sappiamo dove si trovi esattamente la verità. Moderna Antigone più volte ha tentato il suicidio . L’idea da cui nasce lo spettacolo è di dare corpo al racconto in prima persona regalando al pubblico il brivido della scelta di Chelsea Manning che decide di dire la verità in nome dell’integrità morale utilizzando un linguaggio scenico essenziale uno studio accurato delle luci e lasciando spazio al ruolo fortemente evocativo del piano sonoro realizzato ad hoc dal dj e sound maker Marco Foresta. Francesca Brizzolara è attrice drammaturga e regista canavesana. Nasce a Ivrea il 28 giugno 1969 e consegue la Laurea in Medicina e Chirurgia presso L Università di Torino. Diplomata nel 1997 presso la Scuola di Teatro Galante Garrone di Bologna si forma con registi coreografi e pedagoghi di fama internazionale quali Ariane Mnouchkine Jurij Alschitz Isabelle Dubouloz Claude Coldy Roberto Castello Raffaella Giordano Cesar Brie e Danio Manfredini. Lavora come attrice e danzatrice con compagnie riconosciute come il Teatro Stabile di Parma La Contrada di Trieste il Dramma Italiano di Fiume il Teatro Parioli di Roma La Contemporanea 83 il Teatro d’Aosta la Fondazione TRG Piemonte ALDES l’Impasto il Balletto Civile e Tecnologia Filosofica sotto la guida di registi e coreografi quali Lorenzo Salveti Gigi Dall’Aglio Walter Le Moli Francesco Macedonio Luca Zingaretti Sergio Fantoni Aldo Pasquero Roberto Castello Alessandro Berti e Michela Lucenti Michele Di Mauro. Dal 2008 si dedica a un percorso più autoriale producendo spettacoli di cui cura l’ideazione la drammaturgia e la regia di cui il recente Volo sul tema della prevenzione della violenza di genere che si è trasformato in un vero e proprio progetto di formazione rivolto a Scuole superiori e Università. Dal 2003 si occupa insieme a Renato Cravero della Direzione Artistica del progetto MORENICA_Cantiere Canavesano e dal 2005 collabora con la Compagnia Tecnologia Filosofica di cui attualmente fa parte ricoprendo il ruolo di Direttore Artistico. Marco Foresta per oltre dieci anni cuore pulsante di Sugho locale di Ivrea nel quale sono saliti in consolle i migliori dj della scena nazionale ed europea ha collaborato con il musicista Enrico Ascoli nell album Brindisi Paradiso e realizzato numerosissimi mixtapes di assoluto riferimento nel campo della musica elettronica.

 dal: 18 ott, 2021 al: 6 apr, 2022
Spettacoli Al cinema Massimo con Viewfest il meglio dell'animazione mondiale

Al cinema Massimo con Viewfest il meglio dell'animazione mondiale

Ospite d'onore il regista Tom McGrath che presenta il suo ultimo film, Baby Boss 2


VIEW Conference una delle più importanti manifestazioni italiane dedicate alle nuove tecnologie applicate all’intrattenimento visivo si appresta a trasformare ancora una volta Torino nella capitale italiana dell universo digitale. Si svolgerà infatti dal 17 al 22 ottobre la XXII edizione di VIEW Conference nella avveniristica sede delle OGR Officine Grandi Riparazione di corso Castelfidardo e online. Confermato prima il VIEWFest2021 rassegna gemella dedicata alle migliori produzioni digitali contemporanee spaziante tra animazione effetti visivi e sperimentazioni visuali che dal 15 ottobre celebrerà per tre dense giornate la propria XVII edizione ospitata come sempre al Cinema Massimo. Per gli appassionati di animazione altro incontro da non perdere sarà quello con Tom McGrath regista di Baby Boss 2 Affari di famiglia il quale al termine della visione di domenica 17 alle 17.40 si concederà al pubblico per una sessione di domande e risposte sul film e sul suo lavoro. Tra gli altri appuntamenti in calendario spiccano l attesissimo Dune diretto da Denis Villeneuve osannato da critica e pubblico all ultima Mostra Internazionale D’Arte Cinematografica del Cinema di Venezia e diversi programmi dedicati ai cortometraggi in digitale: dall ormai tradizionale appuntamento con l anteprima europea del Siggraph s Computer Animation Festival partner fisso di VIEW passando per opere di grande qualità visiva e sicuro impatto emotivo quali il pluripremiato MILA di Cinzia Angelini e Blush primo frutto della sinergia tra Skydance e Apple e proseguendo con una corposa selezione tra le migliori opere prodotte dalla National Film Board of Canada introdotte da Eloi Champagne direttore tecnico dello Studio di Animazione dell istituto oltre che assiduo frequentatore di VIEW. Il programma è in continuo aggiornamento. Per saperne di più consultare i siti www.viewfest.it e www.viewconference.it.

 dal: 13 ott, 2021 al: 6 feb, 2022
Spettacoli Torinodanza spiega la guerra ai bambini della Casa Teatro Ragazzi

Torinodanza spiega la guerra ai bambini della Casa Teatro Ragazzi

Sabato 16 e domenica 17 in scena lo spettacolo “Chotto Xenos” dell’Akram Khan Company


Parabola a ritroso nel tempo dedicata ai più piccoli sui temi della guerra e della memoria degli ultimi per portare nuova luce sul presente e sulla speranza per il futuro. È Chotto Xenos dell’Akram Khan Company il titolo che Torinodanza Festival propone sabato 16 ottobre 2021 alle 16.30 e alle 20.45 e domenica 17 ottobre alle 15 e alle 18 alla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino Corso Galileo Ferraris 266 . Lo spettacolo rivolto ai bambini a partire dai 7 anni di età e alle loro famiglie rilegge l’ultimo acclamato solo del celebre coreografo e danzatore anglo bengalese Akram Khan Xenos visto a Torinodanza nel 2019. Presentato in collaborazione con la Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus Chotto Xenos ha debuttato al DanceEast di Ipswich nel febbraio del 2020 poco prima che la pandemia ne interrompesse la tourn e. Adattata dalla regista inglese Sue Buckmaster direttrice artistica del Theatre Rites e già creatrice del fortunatissimo Chotto Desh questa nuova versione intreccia le splendide coreografie di Akram Khan le scene di Ingrid Hu le luci di Guy Hoare i costumi di Kimie Nakano e le immagini filmiche di Lucy Cash sul paesaggio sonoro di Domenico Angarano ispirato alla partitura composta da Vincenzo Lamagna per Xenos. In scena a turno per ogni replica i danzatori Guilhem Chatir e Kennedy Junior Muntanga accompagnano il giovane pubblico unendo kathak e contemporanea alla scoperta delle storie spesso dimenticate e non raccontate dei soldati coloniali della Prima Guerra Mondiale.

 dal: 12 ott, 2021 al: 6 feb, 2022
Spettacoli “Monjour”, lo spettacolo di danza diventa un disegno animato e pop

“Monjour”, lo spettacolo di danza diventa un disegno animato e pop

Silvia Gribaudo torna protagonista alle Fonderie Limone l'8 e 9 ottobre


Un cartoon contemporaneo fatto di corpi in carne ed ossa guidati dall’ironia e dalla leggerezza di una delle artiste di punta della nuova danza italiana. Dopo aver aperto l’edizione 2020 con l’evento inaugurale Festa! la pluripremiata coreografa e performer Silvia Gribaudi torna al Torinodanza Festival con la prima nazionale di Monjour in programma venerdì 8 e sabato 9 ottobre alle 20.45 alle Fonderie Limone di Moncalieri. Artista apprezzata grazie al successo di lavori quali R. OSA e Graces Gribaudi è interprete di un’originale danza umoristica che colpisce per guizzo creativo capacità di scrittura e messa in gioco del rapporto interpersonale con gli spettatori ilmanifesto.it . Con Monjour prodotto da Torinodanza insieme a Teatro Stabile del Veneto e Les Halles de Schaerbeek conclude un percorso biennale condotto fra le valli di montagna e la città nell’ambito del progetto europeo Alcotra Corpo Links Cluster. Originariamente ispirato agli aneddoti e immaginari raccolti nel 2019 durante la prima residenza a Prali in val Germanasca il concept della nuova creazione indaga il rapporto tra corpo e comicità tra disegno ed estetica che si attiva nel reciproco scambio tra spettatore e artista. Realizzato con la consulenza drammaturgica di Matteo Maffesanti le illustrazioni pop di Francesca Ghermandi le luci di Leonardo Benetollo e le musiche di Nicola Ratti abbinate a quelle di Gioachino Rossini lo spettacolo vede protagonisti accanto a Silvia Gribaudi cinque funambolici performer: Salvatore Cappello Nicola Simone Cisternino Riccardo Guratti Fabio Magnani e Timotheìe Ai na Meiffren. Monjour è una lente di ingrandimento sull’interdipendenza tra pubblico e performer racconta Silvia Gribaudi . Nello spettacolo si replica una costante dedica: It is for you! è per te ogni azione ogni celebrazione anche quando c’è silenzio o il ritmo della relazione subisce distanze forzate. Nel silenzio fanno eco queste parole che contengono alcuni dei molti interrogativi che hanno mosso la ricerca artistica: quale verità è contenuta nel donarsi dei performer davanti al pubblico? Quanto è reciproca l’azione e quali sono le disparità di potere in campo? Quale necessità lega spettatori e performer e su un livello ancor più generale quale responsabilità ci prendiamo tutti per continuare ad esistere insieme? .

 dal: 21 feb, 1951 al: 11 nov, 2021