Notizie Raccontiamo la cronaca bianca, rilanciando anche le notizie degli enti territoriali, Comune, Città Metropolitana, Regione, Camera di Commercio, Unione Industriale.

Ricca ed eterogenea la sezione sport, raccontiamo le partite della Juve, del Toro con la cronaca, le pagelle e le voci. Ci occupiamo del tennis e degli altri sport. Ricca la sezione interviste, dove si alternano i personaggi politici ed istituzionali più importanti del territorio. Ed infine tantissimi video con contributi di vip e persone della porta accanto che raccontano esperienze vissute in città e sul territorio regionale.

News

Informazioni in tempo reale: notizie per data

Attualità Al Museo Egizio c’è il Papiro dei Re riportante i nomi di tutti i faraoni

Al Museo Egizio c’è il Papiro dei Re riportante i nomi di tutti i faraoni

Il documento unico al mondo è stato sottoposto a un delicato intervento di restauro


Il Museo Egizio al centro del mondo con il suo Papiro dei Re ovvero il Canone Regio il documento di importanza internazionale riportante il nome di tutti i faraoni egizi 1000 anni di storia scritti sul papiro dei pairi. Dopo un delicato intervento di restauro dal 27 settembre giorno del bicentenario della decifrazione dei geroglifici è esposto in via Accademia delle Scienze. Tra i primi a riconoscerne l’importanza e a descriverlo ci fu proprio il padre dell’Egittologia Jean Fran ois Champollion che esattamente 200 anni fa decifrò i geroglifici e che nel 1824 giunse a Torino dove si trattenne 9 mesi proprio per studiare le collezioni del Museo Egizio allora agli albori. I frammenti su cui mise le mani Champollion quasi due secoli fa però erano circa una quarantina. Esposto prima del restauro in ipogeo nelle sale storiche del Museo fino al 21 novembre il Papiro dei Re diventa protagonista di un allestimento dedicato in una nuova sala al primo piano dell’Egizio. Un’installazione interattiva e un’infografica narrano l’evoluzione del manoscritto giunto a Torino nel 1824 con la collezione Drovetti e composto da circa 300 frammenti assemblati in circa 200 anni grazie all’impegno di diversi studiosi. Un nuovo allestimento temporaneo reso possibile grazie al sostegno degli Scarabei Associazione Sostenitori Museo Egizio e della Consulta per la Valorizzazione dei Beni artistici e Culturali di Torino. Alla base del restauro ci sono gli studi pluriennali di Kim Ryholt egittologo dell’Università di Copenaghen che ha elaborato una nuova ricostruzione del manoscritto lavorando a stretto contatto con Rob Demar e egittologo dell’Università di Leiden sotto la supervisione di Susanne T pfer responsabile della Collezione Papiri del Museo Egizio. A mettere le mani sul Papiro dei Re per 10 settimane a Torino è stata una delle massime esperte al mondo di restauro di papiri con all’attivo 46 anni di esperienza: Myriam Krutzsch dell’ gyptisches Museum und Papyrussammlung der Staattlichen Museen zu Berlin museo diretto da Friederike Seyfried membro del comitato scientifico del Museo Egizio che ha sostenuto il progetto di restauro distaccando a Torino la decana dei conservatori e restauratori della collezione tedesca di papiri.

 30 settembre, 2022
Attualità Pomodoro, mozzarella e… Da Eataly ora c’è la Festa della Pizza

Pomodoro, mozzarella e… Da Eataly ora c’è la Festa della Pizza

Da oggi al 9 ottobre una settimana dedicata al cibo più amato dal mondo


Ha preso il via oggi e durerà fino al 9 ottobre per una settimana nel nome di sua maestà la pizza. E’ appunto la Festa della Pizza di Eataly che porterà al Lingotto tanti cuochi d’eccezione e degustazioni da non perdere. Si inizia oggi con il Giro pizza padellino Fino all ultimo spicchio per scoprire la Padellino del Mercato la tipica pizza torinese preparata con gli ingredienti di altissima qualità del Mercato di Eataly nella versione classica o vegetariana. La domenica invece il 2 e il 9 ottobre sarà Speciale Gran Torino : 4 gusti pensati dai Pizzaioli di Eataly dedicati a 4 zone d’Italia tutti da provare in una serata unica. Non mancheranno gli ospiti in cucina. Martedì 4 ottobre Davide Cavalera da La Corte di Gallipoli LE arriva a Torino e porta la sua pizza che gli è valsa 2 spicchi nell’edizione 2023 della Guida del Gambero Rosso: impasto al grano duro e semi integrale idratato al 70 e con una maturazione fino a 48 ore e farciture che portano la Puglia in Piemonte e mostrano una particolare attenzione alla materia prima grazie al canestrato foggiano le olive celline il crumble ai taralli e molto altro. Giovedì 6 invece sarà il turno di Alessandro Lo Stocco autore di La nuova pizza croccante Italia gourmet 2021 . Partendo da un impasto a lievitazione naturale con farina di tipo 1 con germe di grano la pizza di Alessandro è caratterizzata da una croccantezza e gusto unici. Ingredienti mediterranei che esaltano l’impasto di base e che omaggiano le regionalità italiane. Ma non finisce qui: nel ristorante Pizza Cucina ogni sera ci sarà una piazza speciale diversa dedicata ai localismi del nostro Paese. Si parte ovviamente con la Piemontese mozzarella fiordilatte del Caseificio di Eataly salsiccia di bovino cruda e robiola di Roccaverano per passare poi alla Ligure mozzarella fior di latte pesto di Prà senz’aglio patate e fagiolini scendere ancora lungo lo Stivale e passare per le atmosfere e i gusti capitolini con la Romana mozzarella fior di latte polpa di pomodoro 100 italiano guanciale e pecorino fino ad arrivare alle bontà delle isole grazie alla Siciliana mozzarella fiordilatte del nostro Caseificio polpa di pomodoro 100 italiano melanzane fritte e ricotta salata . Da segnare in agenda inoltre l’appuntamento di sabato 8 ottobre alle 18.30 in sala Punt Mes: Fulvio Marino presenta il suo nuovo libro Pizza per tutti 2022 Mondadori Electa . Un’occasione per scoprire tutti i segreti e i suggerimenti per ottenere la pizza perfetta perfezionati da Fulvio in 24 anni di esperienza come maestro panificatore e responsabile Panetterie di Eataly. Modera Oscar Farinetti fondatore di Eataly. A seguire degustazione di pizza alla pala della Panetteria di Eataly firmacopie. Evento gratuito su prenotazione fino a esaurimento posti. Non mancheranno laboratori didattici dedicati e rivolti a tutti grandi e piccini. Sabato 1 ottobre con Bimbi in cucina di sera due ore saranno dedicate esclusivamente ai più piccoli che insieme agli chef di Eataly cucineranno e poi mangeranno un intero menu dall’antipasto al dolce. Giovedì 6 ottobre invece il responsabile della Panetteria di Eataly Lingotto condurrà una lezione pratica per scoprire insieme i segreti per la pizza alla romana.

 30 settembre, 2022
Attualità _resetfestival protegge la “Musica sommersa” nella sua 14^ edizione

_resetfestival protegge la “Musica sommersa” nella sua 14^ edizione

Torna l’unico backstage festival d’Italia: una settimana con lavoratori e lavoratrici della musica


Dal 3 all’8 ottobre 2022 torna a OFF TOPIC in via Pallavicino 35 _resetfestival il Festival dell’Innovazione Musicale dedicato a talenti emergenti e ai nuovi strumenti e modelli di business in ambito musicale. _resetfestival da quattordici anni racconta il mondo della musica da ogni angolatura e sollecita agevola e condivide buone pratiche per la costruzione di progetti musicali e di percorsi professionali. Co prodotto da Associazione Culturale Verve e The Goodness Factory in collaborazione con Piemonte dal Vivo e con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo e della Fondazione CRT dal 2009 _reset è una tappa imprescindibile per coloro che da tutta Italia ogni anno si ritrovano a Torino per parlare di music business. 6 giorni di workshop e laboratori di listening session e di incontri con management ed etichette discografiche 6 giorni e 6 notti di showcase e di musica live. _reset è una esperienza preziosa per fare networking e per scoprire nuovi progetti artistici e incontrare nuovi talenti fra gli addetti e le addette del settore che partecipano in questa settimana ad un percorso di formazione e hanno l’occasione di far conoscere e far crescere il proprio progetto. _resetfestival è un campus della musica: è un percorso formativo e una vetrina per connettere progetti artistici e figure professionali per una settimana intera di full immersion attraverso i diversi format di _reset: _reHUB Music Innovation Hub Listen Talk.

 30 settembre, 2022
Attualità Una notte ai Musei Reali festeggia i 10 anni di aiuto alla ricerca

Una notte ai Musei Reali festeggia i 10 anni di aiuto alla ricerca

Dalle 19 a mezzanotte sarà possibile partecipare a quiz e giochi con percorsi speciali


Club Silencio apre le porte dei Musei Reali per la Notte Europea dei Ricercatori. Venerdì 30 settembre una serata unica in sinergia con i Musei Reali e l’Università degli Studi di Torino per mettere al centro ricercatrici e ricercatori laboratori territoriali artiste e artisti uniti dalla passione per la ricerca e la cultura. Dalle 19 a mezzanotte nella cornice dei Giardini Reali sarà possibile partecipare a quiz e giochi con percorsi ideati attraverso un’attività di gamification nel cuore di Torino per svelare il dietro le quinte della cultura. L’iniziativa è nata in collaborazione con i Musei Reali per valorizzare i partenariati già attivi con il Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione il Dipartimento di Scienze della vita e Biologia dei Sistemi e il Dipartimento di Studi Storici dell’Università di Torino. In occasione dell’apertura serale del Museo d’Antichità dalla Galleria Archeologica al Teatro Romano fino alla Sezione Torino saranno proposti giochi e quiz per scoprire i segreti del lavoro del ricercatore. Sarà inoltre possibile scoprire i testi antichi e le memorie dei Savoia attraverso una visita guidata alla Biblioteca Reale a cura di CoopCulture e inoltre visitare la mostra Animali a Corte. Vite mai viste nei Giardini Reali . Fra le attività laboratoriali e ludico didattiche in programma la gamification è al centro di una caccia al tesoro a cura di Gianmarco Giuliana del Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione per delineare attività e abitudini di lavoro del ricercatore con ritrovo nella Corte d’Onore di Palazzo Reale e diffusione di indizi nei Giardini Reali. ln collaborazione con il Dipartimento di Scienze della vita e Biologia dei Sistemi sarà possibile ripercorrere le abitudini alimentari e riproduttive delle comunità preistoriche alpine tramite il progetto APICI prodotti fermentati nelle Alpi PIemontesi tra Cambiamento e Innovazione rivelando i segreti delle analisi biomolecolari del passato. Nell’ambito del progetto Le fonti del diritto in Europa tra medioevo ed età moderna. Per un corpus dei testi dello ius commune dal manoscritto alla stampa 1350 1650 il Dipartimento di Studi Storici svelerà il percorso di testi incisivi nella storia del diritto. Nel Giardino del Duca sarà possibile giocare con l’installazione interattiva CityChrone la nuova applicazione urbanistica ideata per simulare la Torino del futuro creata dal ricercatore Indaco Biazo. Non mancherà inoltre la Global Shaper Community Turin nata all’interno del World Economic Forum e attiva a Torino con progettualità globali su innovazione e sostenibilità. La serata sarà anche accompagnata da contenuti artistici e performativi con artisti che proporranno la propria selezione musicale tra cui Awer Kwality Awer all interno del Giardino Ducale e gli TSAO! che si esibiranno nel boschetto dei Giardini Reali. Da non perdere anche le performance live audio e video curate da Algoritmi con Salgari Records Anna La Rosa BAAB Ingrid Project To Microcosmo Live coding e live video nel Giardino di Levante. Nel corso dell’intera serata il pubblico potrà rinfrescarsi in uno dei corner bar di Club Silencio con i drink Martini e le craft beer BrewDog oltre ad assaporare le proposte food gourmet nei ristoranti all’interno dell area evento. Non poteva mancare per Club Silencio una nuova collaborazione con l’Università degli Studi di Torino organizzatrice dell’edizione torinese della Notte Europea dei Ricercatori e promotrice per eccellenza della ricerca culturale che trova la sua massima espressione nella cornice dei Musei Reali.

 28 settembre, 2022
Attualità Turinista e Lucanista protagonisti a Slow Food e Terra Madre. Il 26 allo stand SC15 la Merenda Sinoira con Carlo Petrini

Turinista e Lucanista protagonisti a Slow Food e Terra Madre. Il 26 allo stand SC15 la Merenda Sinoira con Carlo Petrini

Evento organizzato in collaborazione con De Maria Advisory Group e Inevento. Partner: Cosaporto, Luca Scarcella, Alessandro Spoto, Elena D’Ambrogio Navone, Motorgreen, www.ameconviene.it e www.visuresmart.it


TORINO Protagonisti non per caso. Dal 22 al 26 settembre a Parco Dora i portali www.turinista.com www.lucanista.com e De Maria Advisory Group in collaborazione con Inevento saranno presenti a Terra Madre Slow Food con uno stand di 36 mq in area Street food ingresso corso Mortara . Uno stand dinamico smart innovativo dove informazione e food allieteranno addetti ai lavori e pubblico garantendo una gustosa vivacità. Ciliegina sulla torna lunedì 26 settembre a partire dalle ore 18 presso lo stand del Turinista sarà servita agli ospiti istituzionali la merenda sinoira alla presenza del patron di Terra Madre Carlo Petrini che riceverà un premio. Insomma si torna finalmente in presenza dopo i due anni di stop dovuti alla pandemia. Tantissimi gli ospiti e i partner attesi a Parco Dora che rappresenta una delle grandi novità dell’edizione di quest’anno: dal food delivery di qualità di Cosaporto alle star della panificazione Luca Scarcella de il forno dell’angolo e Alessandro Spoto de il Pane di una volta per arrivare a Elena D’Ambrogio Navone giornalista di costume romanziera e titolare del ristorante QR Quadrilatero Romano in via delle Orfane. I monopattini le bici e gli scooter tutti rigorosamente elettrici di Motorgreen avvicineranno il pubblico alla mobilità sostenibile uno dei pilastri della transizione ecologica. Allo stand SC15 le ragazze del Turinista illustreranno i vantaggi e il valore aggiunto di due partner d’eccezione i portali www.ameconviene.it e www.visuresmart.it. Insomma news informazioni utili mobilità sostenibile e food. Raccontano Luca Pasquaretta Founder di portali www.turinista.com e www.lucanista.com e Gianfranco De Maria foodteller e titolare di una delle più interessanti agenzie di comunicazione legate al settore Food and Beverage: Il nostro è un progetto unico e assolutamente inedito ringraziamo i partner e chi ha creduto in noi in particolare gli amici di Terra madre e di Slow Food. Lo spazio che abbiamo allestito non è solo uno stand dove fare somministrazione ma è contemporaneamente anche uno show room a cielo aperto con una zona lounge dove attraverso la presenza costante di ospiti eterogenei verranno creati contenuti multimediali che a loro volta saranno distribuiti attraverso i media con cui abbiamo pianificato una collaborazione: dalle piattaforme web alla stampa online passando attraverso un network di televisioni locali che hanno mostrato interesse per la nostra attività . Il concept è curioso e intrigante al tempo stesso: street food mondo della comunicazione e storytelling si fondono insieme in uno spazio che diventa crocevia di gusti prodotti di qualità e personaggi provenienti da mondi diversi che attraverso il confronto e il dibattito animeranno le giornate all’interno dello stand. Occasione della chiusura dei lavori sarà la Merenda Sinoira prevista dalle ore 18 il 26 settembre presso lo stand SC15 a Parco Dora cuore di questa edizione. Un evento organizzato non solo per offrire ai protagonisti di Terra Madre l opportunità per salutarsi ma che diventa una grande occasione per celebrare lo straordinario Carlo Petrini che quest’anno lascia dopo più di trent anni la guida di Slow Food. Gli ospiti della Merenda Sinoira avranno l’opportunità di gustare piatti speciali caratterizzata dai forti contrasti appartenenti alla tradizione piemontese e lucana. Insomma il Piemonte che incontra la Basilicata griffati dal Turinista Lucanista De Maria Advisory Group ed Inevento.

 21 settembre, 2022
Attualità EXPO RDH2022, a Torino il 17 e 18 settembre la fiera degli igienisti dentali

EXPO RDH2022, a Torino il 17 e 18 settembre la fiera degli igienisti dentali

Al Pala Alpitour la kermesse ideata da Alberta Alice Cittone e Riccardo Sangermano, organizzata da Dlite eventi



TORINO Si terrà sabato 17 e domenica 18 settembre 2022 a Torino presso il Pala Alpitour EXPO RDH 2022 https: expordh2021.it la prima edizione dell’EXPO scientifico rivolto agli igienisti dentali. Due i focus di RDH 2022. Il benessere passa dalla salute del cavo orale: prospettive di un approccio multidisciplinare. E la prevenzione. Patrocinato dal Comune di Torino che aprirà l’evento vedrà arrivare in città quasi 1500 professionisti da tutta Italia che si riuniranno per aggiornarsi su nuove tecnologie e studi scientifici sulle migliori prassi inerenti l’igiene del cavo orale. La figura dell’igienista dentale dal 1 Luglio 2018 è professione sanitaria ordinata nell’Ordine TSRM PSRPT. Programma ricco ed intenso impreziosito da 40 aziende tra le più importanti multinazionali 40 relatori tra cui il nostro esimio Oscar Bertetto fondatore della Rete Oncologica Piemontese 14 ore di relazioni scientifiche e 30 ore di workshop sulle innovazioni tecnologiche. Sono sempre più numerose le evidenze scientifiche e gli studi clinici che mostrano la stretta correlazione tra patologie sistemiche ed un cavo orale non sano tra una buona prevenzione orale e una buona salute generale. La ricerca recente ha ampiamente indagato le correlazioni tra una bocca malata con l’incidenza di parti prematuri aborti spontanei ma anche con il possibile peggioramento di patologie come il diabete patologie cardiovascolari fino a leggere nella bocca i precoci segni dell’ Alzheimer! A riprova di ciò è ormai riconosciuto da numerose ricerche scientifiche che il microbiota orale interferisce e comunica con il microbiota intestinale oggi considerato fondamentale per la salute generale del nostro corpo. La nuova generazione di Igienisti Dentali viene formata nelle nostre Università ad un approccio interdisciplinare e collaborativo in stretto contatto con attività diagnostiche e terapeutiche a carico dei colleghi medici al fine di creare un team di professionisti mirati ad azioni di ampio respiro. Un vero networking scientifico tra igienisti dentali odontoiatri farmacisti medici di medicina generale patologi oncologi pediatri al fine di delineare una linea guida di best practice per la promozione della salute pubblica. Durante le sessioni scientifiche dell’evento ricerche e case report di approfondimento nelle tematiche più attuali verranno svolte da un board multidisciplinare e nello specifico Oncologia e cavo orale Semeiotica del cavo orale Fumo e patologia del cavo orale Gestione del paziente anziano Abitudini stili di vita e dipendenze per la salute e l’igiene del cavo orale. Di particolare rilievo il Premio TESI intitolata alla collega Grazia Merla che vedrà premiati i migliori tesisti degli anni 2020 2022 che abbiano svolto ricerca sulle nuove frontiere della salute generale in relazione all’igiene del cavo orale. Alice Cittone ideatrice e curatrice scientifica di EXPO RDH 2022: Sono orgogliosa di portare nella mia città che amo un evento complesso dove si alterneranno i migliori professionisti del settore provenienti dall’Italia e dall’estero. Sarà un’occasione per parlare ed approfondire i temi della prevenzione e della cura orale. L’igienista dentale è oggi sentinella per la salute orale e generale del paziente . Riccardo Sangermano l’altro artefice della kermesse: L’idea nasce nel 2014 l’abbiamo sviluppata ed affinata nel corso degli anni in incontri congressi eventi iniziative. Ed oggi ci troviamo qui a lanciare questa scommessa in cui crediamo perch un sorriso in forma è un corpo in salute . Segreteria Organizzativa Dott.ssa Daniela Pilato Dlite srl eventi e congressi pilato@dliteventi.it 331 5072835 DATA: Sabato 17 e Domenica 18 settembre 2022 LOCATION: Torino Pala Alpitour EVENTO: EXPO scientifico culturale TARGET: Sanitario Igienista dentale Odontoiatra Farmacista FOCUS: L’igiene del cavo orale come elemento di prevenzione Ideatori: Dott.ssa Alberta Alice Cittone e Dott. Riccardo Sangermano Organizzazione: Dlite eventi

 15 settembre, 2022
Attualità Tra Torino e Novare la nuova stagione del Circolo dei Lettori è pronta a partire

Tra Torino e Novare la nuova stagione del Circolo dei Lettori è pronta a partire

Cominciano anche i festival organizzati e ospitati dalle varie sedi del Circolo


Il Circolo dei lettori inaugura la sua nuova stagione disegnando una geografia culturale che parte da Torino e Novara passa per Chamb ry la Francia e l’Europa coinvolge l’universo del libro con grandi autori e novità editoriali getta uno sguardo sul presente con coscienza del passato e visione del futuro. Questa è la nostra missione: promuovere la lettura in tutte le sue forme. Il viaggio parte e giunge all’Europa con il progetto internazionale Vis à Vis: una riflessione sul vecchio continente a partire dal pensiero di Jean Jacques Rousseau che unisce due città cardinali per l’errante illuminista ginevrino Chamb ry e Torino per riflettere sulla nostra vocazione di Europei e cittadini del mondo. Vis à Vis. Discorsi sull’Europa contemporanea nel riflesso di J. J. Rousseau Soyez Humains c’est votre premier devoir Siate umani è il vostro primo dovere: il pensiero di Jean Jacques Rousseau innesca una riflessione sull’Europa nella prima edizione di Vis à Vis progetto che unisce Chamb ry e la residenza del filosofo alle Charmettes con Torino e il Circolo dei lettori. Ideato da Fondazione Circolo dei lettori e Musei Civici di Chamb ry con il sostegno del programma di cooperazione transfrontaliera Interreg Alcotra Vis à Vis è un festival internazionale per riflettere sul senso dell’Europa contemporanea indagare la sua dimensione culturale osservarne frontiere e valori. Dopo Jacques Rupnik in programma questa sera ore 18.30 con una riflessione sull’Europa a partire dal pamphlet Occidente prigioniero Adelphi di Milan Kundera al Circolo scrittori e pensatori racconteranno tanti volti dell’Europa: mercoledì 14 settembre Esp rance Hakuzwimana discute insieme a Vera Gheno sul racconto di s e delle nuove cittadinanze d’Europa a partire dal suo romanzo Tutta Intera in libreria per Einaudi. Giovedì 6 ottobre la filosofa francese Corine Pelluchon si interroga sull’Illuminismo sull’idea di progresso sostenibile dei Lumi e del pensiero di Rousseau a partire dal suo saggio Per una nuova filosofia dei Lumi in uscita per Donzelli Circolo dei lettori ore 18.30 . Da La trasparenza e l’ostacolo il saggio di Jean Starobinski su Rousseau parte la riflessione del Premio Strega 2021 Emanuele Trevi giovedì 13 ottobre ore 18.30 . Secondo Paolo Rumiz l’Europa manca di narrazione un vuoto che è possibile riempire solo viaggiando e ascoltando la voce dei popoli descrivendo città e paesi fiumi e montagne lo scrittore e viaggiatore interviene con la lezione Europa l’emozione perduta mercoledì 19 ottobre ore 18.30 in collaborazione con Pastorale Migranti Festival dell’Accoglienza . Sulla figura del filosofo francese discuteranno i poeti Martin Rueff e Valerio Magrelli nell’incontro Il nostro Rousseau mercoledì 20 ottobre ore 18. 30 . Per concludere il filosofo Maurizio Ferraris metterà in scena un appassionante testa a testa con la lectio Camminare a quattro zampe: Voltaire e Rousseau giovedì 27 ottobre ore 18.30 . Io leggo quel che mi pare. Gli scrittori e le scrittrici i grandi incontri d’autunno Tra i grandi scrittori italiani e internazionali in autunno arrivano a Torino Cristina Comencini con Flashback Feltrinelli il 3 ottobre Marco Missiroli con Avere tutto Einaudi il 6 ottobre il 4 ottobre Francesco Costa presenta il suo nuovo saggio California Mondadori in sinergia con il Circolo in occasione di OGR talks format di OGR Torino Ernesto Ferrero storico direttore del Salone Internazionale del Libro di Torino e Premio Strega nel 2000 con N. presenta il 17 ottobre Album di famiglia maestri del Novecento ritratti dal vivo in uscita per Einaudi il 12 e 13 novembre nell’ambito di Biennale Tecnologia il Circolo ospita i Premi Strega Mario Desiati e Francesco Piccolo al Teatro Astra 19 novembre arriva David Quammen: l’incontro è realizzato con Fondazione TPE nel quadro di Buchi Neri la stagione del Teatro Piemonte Europa. Oltre i primi appuntamenti di Vis à Vis e Torino Spiritualità il programma di settembre del Circolo dei lettori a Torino presenta tra i diversi gli incontri con Alessandro Perissinotto 15 settembre Luciano Violante 19 settembre il 21 settembre Andrea Pomella con Il dio disarmato Einaudi Leonardo Caffo 23 settembre Carlo Ginzburg 28 settembre e molti altri e molte altre scrittori e scrittrici. Lo scorso 8 settembre è stata inaugurata la nuova sede del Circolo dei lettori a Novara. Gli spazi del Castello Sforzesco nel centro della città si aggiungono alla sede storica del Broletto ampliando così la presenza della Fondazione Circolo dei lettori sul territorio. Una grande festa letteraria aperta a tutti e dedicata al tema della felicità. L’evento al Castello ha inaugurato la stagione autunnale del Circolo novarese che a settembre ha in programma oltre alla 5. edizione del festival Scarabocchi incontri con autori di narrativa come Andrea Pomella Matteo Nucci Federica De Paolis artisti come Emidio Clementi ospite del Nu Festival e approfondimenti letterari come il percorso Leggere Jane Austen condotto dalla saggista Liliana Rampello. Tra settembre e ottobre la programmazione include tre appuntamenti di Proxima percorso di formazione per il mondo della comunicazione dedicato ai giovani dai 18 ai 35 anni che conclude il progetto Interreg Binario 9 e e che dopo l’incontro con la giornalista di Internazionale Annalisa Camilli ospiterà alla Caserma Passalacqua l’autore e conduttore Matteo Caccia e l’autore radiofonico e teatrale Mauro Pescio per tre lezioni speciali sul podcasting e la narrazione audio. Il mese di ottobre prosegue con le presentazioni editoriali di tra gli altri Cristina Comencini martedì 4 ottobre Francesco Costa mercoledì 5 ottobre Alessia Gazzola martedì 11 ottobre Laura Pepe mercoledì 19 ottobre e si concluderà l’ultima settimana del mese con un progetto dedicato al colonialismo italiano in collaborazione con il Comune di Novara. Tra gli autori lo scrittore Carlo Lucarelli ospite con una lezione sull’Italia coloniale martedì 25 ottobre così come da lui raccontata nella trilogia di romanzi Il tempo delle iene L ottava vibrazione e Albergo Italia Einaudi la scrittrice italo etiope Gabriella Ghermandi con la lezione in programma dedicata all’Arte come ricostruzione del s e alla funzione della creazione dello stereotipo sulle donne afro discendenti mercoledì 26 ottobre il poeta albanese G zim Hajdari con una lezione sul bilinguismo come via di colloquio tra culture diverse. Nelle quattro domeniche di novembre sono in programma i Dialoghi con la Scienza progetto in collaborazione con Novamont con il sostegno di Città di Novara e in collaborazione con Università degli Studi del Piemonte Orientale e Fondazione Nuovo Teatro Faraggiana con il patrocinio di ATL Turismo Provincia di Novara. Riscaldamento climatico crisi ambientale pandemie diseguaglianze: il rapporto tra la specie umana e la Terra è da anni sempre più urgente. Per rispondere a queste sollecitazioni è stato ideato un ciclo di incontri con la curatela scientifica di Telmo Pievani in cui riflettere sui temi scientifici più urgenti e sulle loro narrazioni più avvincenti. Un modo per avvicinare il pubblico generico e anche i più giovani protagonisti degli incontri e del mondo che sta cambiando. Dopo la tempesta della pandemia la stagione del Circolo torna in presenza e in sicurezza. Tra la fine dell’estate e l’autunno è tempo dei grandi festival a Torino e a Novara. Scarabocchi Torino Spiritualità Festival del Classico A Novara dal 16 al 18 settembre torna Scarabocchi: la 5. edizione del mio primo festival progetto di Doppiozero e del Circolo dedicato al gesto del disegno e dell’improvvisazione. Il tema quest’anno è In Gioco: figure e parole. Inaugura il festival il dialogo tra il papà della Pimpa Altan e Michele Serra molti ospiti tra illustratori artisti disegnatori come Olimpia Zagnoli Guido Scarabottolo Valerio Magrelli Silvia Ferrara Giuseppe di Napoli Gabriele Pino. Dal 29 settembre al 2 ottobre Torino Spiritualità vive la sua 18. edizione e mette al centro la frontiera tra s e il mondo la Pelle confine ma anche straordinaria via di comunicazione. Si inaugura giovedì 29 alle 18 e 30 alla chiesa di San Filippo Neri con il campione del mondo e oggi attivista Lilian Thuram in dialogo con Padre Zanotelli. Tra gli ospiti il Premio Nobel per la Letteratura Orhan Pamuk presenta Le notti della peste Einaudi Joshua Cohen presenta I Netanyahus Codice Premio Pulitzer 2022 uscito a settembre in Italia e poi tanti attori pensatori donne e uomini di culto discutono di pelle e contemporaneità tra questi Fabrizio Gifuni Luciana Littizzetto Stefano Mancuso Massimo Recalcati Oliviero Toscani Cecilia Strada Gherardo Colombo Vito Mancuso e Alessandro Bergonzoni Jan Brokken Frank Westerman Nicola Lagioia e Valeria Parrella Luigi Maria Epicoco Enzo Bianchi e molti altri. Tra l’1 e il 4 dicembre torna anche il Festival del Classico giunto alla sua 5. edizione. Il tema conduttore di quest’anno è Lavoro: condanna diritto utopia a inaugurarlo la lectio magistralis di Luciano Canfora. Oltre al ricco calendario di novità editoriali e ai festival il programma della Fondazione prevede un palinsesto di focus tematici gruppi di lettura incontri per le scuole e attività per bambini.

 13 settembre, 2022
Attualità Dogliani, al via la undicesima edizione del Festival della Tv

Dogliani, al via la undicesima edizione del Festival della Tv

4 piazze, 40 incontri, per un week end di intrattenimento, riflessione e di #ASCOLTO


Dal 2 al 4 settembre torna a Dogliani CN il Festival della Tv uno degli appuntamenti di riferimento nel panorama nazionale del mondo dei media che ogni anno richiama nelle Langhe spettatori da tutta Italia. Un Festival in cui parlare e discutere la televisione di oggi e quella del futuro uno spazio di incontro dibattito e approfondimento sui grandi temi della comunicazione e dei media digitali un’occasione per il grande pubblico di incontrare i protagonisti della cultura dell’informazione e attualità e dell’intrattenimento: tutto questo come sempre negli splendidi scenari delle Langhe. Il tema prescelto a guidare i contenuti dei vari speech è l ASCOLTO: in un mondo sempre più caotico dove i rumori e le parole si sovrappongono ad immagini dove i contenuti si moltiplicano ad ogni secondo siamo ancora capaci di ascoltare? Siamo ancora capaci di vedere? Questi sono stati gli anni della crescita esponenziale dei mezzi di comunicazione che si sovrappongono e ci sovrastano offrendoci molto più di quanto si potesse immaginare anche solo qualche anno fa. Nel 2012 alla nostra prima edizione parlavamo di Tv e di Web ma oggi c’è molto di più: piattaforme streaming social media ma soprattutto niente di meno tutto resiste e si evolve pensiamo alla radio e ai podcast. E noi siamo capaci di muoverci in questo labirinto di offerte? noi pubblico non solo più passivo ma anche attivo scegliamo o veniamo scelti? Ascoltiamo vediamo leggiamo o in uno scrolling infinito la nostra capacità di attenzione si va via via esaurendo? Cosa rimarrà di questo consumismo sfrenato di contenuti? Forse solo il piacere del gioco ad accenderci o abbiamo ancora voglia di capire e riflettere? A questi interessanti interrogativi personaggi e personalità di spicco della televisione e della cultura cercheranno di dare risposta in una tre giorni senza sosta ma sicuramente densa di spunti per gli addetti ai lavori della comunicazione e non. LE PIAZZE Anche quest’anno il Festival conferma i suoi tre palcoscenici distribuiti in luoghi doversi della cittadina. PIAZZA UMBERTO I: 18 incontri rivolti al grande pubblico con una capienza di 380 posti a sedere per ciascun incontro PIAZZA BELVEDERE: nel suggestivo e scenografico Borgo Antico Castello si svolgeranno 14 incontri dedicati a temi più specifici. PIAZZA CARLO ALBERTO: 8 gli incontri nella piazza dedicata anche all’offerta gastronomica e all’intrattenimento musicale curato da Birra Baladin con street food birra cocktail easy to drink extra bibite e il vino di Dogliani. PIAZZA SAN PAOLO: qui in uno studio allestito per l’occasione Radio Capital trasmetterà in diretta con un intenso palinsesto per i tre giorni del Festival. Sempre in questa piazza punti degustazione organizzati dalla Bottega del Vino di Dogliani. A sostegno del Festival e per comprenderlo nella sua vera natura le voci istituzionali e dell organizzazione stessa si uniscono e così raccontano: Il Festival per sua natura è partecipazione e condivisione è un luogo di riflessione e confronto ma è anche intrattenimento e leggerezza è il palinsesto dei nostri programmi ideali la rassegna degli articoli che vorremmo leggere ogni giorno la programmazione radiofonica che meglio accompagna la nostra quotidianità un concentrato intenso di parole musica e immagini da vivere insieme ai personaggi che più seguiamo e che quindi acquista significato solo dal vivo. Ancora un grazie a tutti gli ospiti che ogni anno accettano l’invito ad essere con noi gratuitamente a Dogliani dichiara Federica Mariani Direttrice Artistica del Festival. Il nome di Dogliani è ormai da oltre un decennio strettamente legato al Festival della Tv evento atteso e partecipato sia dai doglianesi che dal folto pubblico. Inoltre da tre anni la manifestazione apre il mese di settembre animando le piazze e le vie del nostro borgo in una dimensione festosa e gradevole che resta nella memoria sia degli ospiti che dei visitatori del Festival. Dogliani non è solo uno splendido palcoscenico incastonato tra le colline e vigneti di Langa ma è un luogo reso unico e accogliente dalla presenza dei volontari del nostro territorio che collaborano con il Comune rendendo possibile un evento culturale di spicco come il Festival. La bellezza del paesaggio l’enogastronomia di eccellenza la ricchezza del patrimonio storico e artistico fanno il resto afferma il sindaco Ugo Arnulfo. Dopo i due anni di pandemia e le due edizioni regolate dalle misure di sicurezza quest’anno accedere agli eventi sarà più semplice. Non serve infatti prenotazione ma i posti saranno ad ingresso libero fino ad esaurimento posti. Un ritorno alla normalità pur raccomandando le minime misure di sicurezza che abbiamo imparato dalla pandemia precisa Simona Arpellino Direzione Organizzativa del Festival.

 3 settembre, 2022
Attualità Il bel Gabriel Garko tra i protagonisti di Ballando con le Stelle

Il bel Gabriel Garko tra i protagonisti di Ballando con le Stelle

Il talent di Milly Carlucci prenderà il via l’8 ottobre. Ecco il nomi del cast.


Inizierà l’8 ottobre la nuova stagione di Ballando con le Stelle di Milly Carlucci. Il classico con cui Raiuno da anni decide di dare il via alla sua serie di talent. E questa volta ci sono succulenti novità per quanto riguarda Torino dato che tra i 13 danzatori spicca anche il bel Gabriel Garko l’attore di Settimo Torinese neo 50enne più bello della tv. Tra i protagonisti altre due piemontesi Luisella Costamagna la giornalista di Torino e direttamente da Fossano Paola Barale. A ballare con loro Iva Zanicchi Enrico Montesano Marta Flavi Giampiero Mughini Lorenzo Biagiarelli compagno della giurata Selvaggia Lucarelli Alessandro Egger Nino D’Angelo Rosanna Banfi Ema Stokholma Alex Di Giorgio. Gabriel Garko è certamente uno dei volti più inaspettati ed attesi un idolo per milioni di telespettatori abituati a vederlo nelle fiction Mediaset. Ma lui si sa è quello delle sorprese. Come non ricordare il successo a Sanremo al fianco di Carlo Conti nel 2016 fu un trionfo la sua partecipazione raggiunto grazie a spontaneità e simpatia. Ne vedremo delle belle.

 25 agosto, 2022
Attualità Su Sky Cinema e Now in arrivo la serie tedesca Paradiso girata anche in Piemonte

Su Sky Cinema e Now in arrivo la serie tedesca Paradiso girata anche in Piemonte

Le riprese si sono tenute sul Lago D’Orta. Primi episodi da martedì 23 agosto


Debutterà il 23 agosto in esclusiva su Sky e in streaming solo su NOW con tutti gli episodi subito disponibili PARADISO nuovissima serie tv Sky Original tedesca tratta dal bestseller Funeral For A Dog di Thomas Pletzinger e prodotta da Flare Entertainment per Sky Studios. Il progetto le cui riprese hanno toccato Monaco e Berlino Bulgaria Finlandia New York e Sud America è stato realizzato tra ottobre e novembre 2020 per più di cinque settimane anche in Piemonte a Villa dall’Orto Imolo frazione di Orta San Giulio con la produzione esecutiva per l’Italia di Viola Film di Alessandro Passadore ed è stata realizzata con il contributo del POR FESR Piemonte 2014 2020 Azione III.3c.1.2 bando Piemonte Film TV Fund e il sostegno di Film Commission Torino Piemonte. La troupe della serie 230 persone circa ha visto la presenza di 75 professionisti locali impiegati in vari ruoli sul set da Matteo Bernardini nel ruolo di assistente alla regia alle coordinatrici Maria Cristina Barberis e Francesca Barbagallo al direttore di produzione Danilo Goglio al location manager Emanuele Perotti alla casting director Chiara Moretti. Da segnalare inoltre la presenza di alcuni attori piemontesi reclutati per ruoli secondari. Interpretato da Alina Tomnikov Friedrich M cke Albrecht Schuch Ina Geraldine Guy Daniel Str er e Anne Ratte Polle questo potente dramma internazionale in otto episodi segue le vicende del giornalista Daniel Mandelkern Albrecht Schuch che si mette in viaggio per rintracciare l acclamato romanziere Mark Svensson Friedrich M cke nella sua isolata casa sul lago in Italia per un’intervista. Daniel è incuriosito dalla misteriosa storia di Mark e viene presto coinvolto nel mistero del suo passato rimanendo invischiato in un complesso triangolo amoroso che abbraccia il globo e che coinvolge anche Tuuli Alina Tomnikov amica dello scrittore. Ma scavando più a fondo Daniel porterà alla luce segreti nascosti e farà una scoperta scioccante. È la storia di un forte legame tra tre persone che inizia in Sud America e viaggia attraverso il Circolo Polare Artico per concludersi l’11 settembre a New York con una perdita catastrofica. Un esplorazione sofisticata e intelligente dell amore e del senso di colpa ai giorni nostri raccontati nel passato e nel presente su uno sfondo internazionale che abbraccia la violenza e l intensità delle favelas brasiliane l energia caotica di New York la quiete del Lago di Lugano e i paesaggi ghiacciati della Finlandia

 22 agosto, 2022