Attualità

Lo storico Liceo Classico Massimo D'Azeglio si è rifatto il look

Ecco la facciata dipinta a nuovo dell'istituto di via Parini frequentato anche da Cesare Pavese

Lo storico Liceo Classico Massimo D'Azeglio si è rifatto il look
50

Lo storico Liceo Classico Massimo D'Azeglio si è rifatto il look

Ecco la facciata dipinta a nuovo dell'istituto di via Parini frequentato anche da Cesare Pavese

Nuovo look per lo storico Liceo Classico di via Parini, a Torino, Massimo D'Azeglio che appare da qualche giorno con una facciata completamente restaurata. Un bel colpo d'occhio per i suoi studenti e per quanti, torinesi e turisti, si trovano a passeggiare per le vie del centro, tra corso Vittorio e via Roma. I suoi inizi risalgono al 1831 quando nella zona orientale della città, area di ampliamento nei primi decenni dell’Ottocento, è istituito il Collegio di Porta Nuova. Nei primi anni funzionano solo quattro Classi di grammatica (terza, quarta, quinta, sesta); poi, a partire dal 1838–39, viene aggiunta una Classe di umanità; infine, dall’anno scolastico 1845–46, nel Collegio è possibile completare il ciclo preparatorio frequentando anche la Classe di retorica. Nel 1852 il Collegio di Porta Nuova viene trasferito in via Arcivescovado, presso la Parrocchia della Madonna degli Angeli; più tardi, nel 1857, trova collocazione in quella che da allora è rimasta la sua sede, con il nome di Collegio Municipale Monviso. A partire dal 1860 prende il nome di Regio Collegio Monviso. Al nome del “D’Azeglio” è legato poi un importante fatto sportivo: un gruppo di Studenti della terza e della quarta Classe del Ginnasio, che si ritrovavano nella vicina Piazza d’Armi per giocare a football, sport recentemente importato dall’Inghilterra, fondarono nel 1897 la Juventus, scegliendo una divisa con camiciola rosa e cravattina nera. Nel 1900 la squadra affrontò il suo primo campionato con il nome di Sport Club Juventus. Nell’attuale sede della Juventus, in corso Galileo Ferraris, è conservata la panchina che si trovava un tempo in corso Re Umberto, sulla quale si sedevano i ragazzi che hanno fondato la squadra. Tra i suoi studenti si ricordano: Cesare Pavese, Giulio Einaudi, Leo Pestelli, Massimo Mila, Luigi Firpo, Vittorio Foa, Tullio Pinelli, Giancarlo Pajetta, Renzo Giua, Emanuele Artom, Leone Ginzburg, Primo Levi, Norberto Bobbio.

Comments :
  • img
    Lorenzo Peterson
    15th August, 2019 at 01:25 pm
    Reply

    " There are many variations of passages of Lorem Ipsum available, but the majority have suffered alteration in some form, by injected humour "

  • img
    Tammy Camacho
    15th August, 2019 at 05:44 pm
    Reply

    " There are many variations of passages of Lorem Ipsum available, but the majority have suffered alteration in some form, by injected humour "

  • img
    Tammy Camacho
    16th August, 2019 at 03:44 pm
    Reply

    " There are many variations of passages of Lorem Ipsum available, but the majority have suffered alteration in some form, by injected humour "

    • img
      Lorenzo Peterson
      17th August, 2019 at 01:25 pm
      Reply

      " There are many variations of passages of Lorem Ipsum available, but the majority have suffered alteration in some form, by injected humour "

Leave A Comment :